BattoDo

BattoDo

csak_battodo.jpg

L'Arte del combattimento reale con la spada".
Contrassegna in maniera più chiara la cruda azione di "colpire istantaneamente con la spada" quando si ha a che fare con un nemico. Combinato con la pratica del Tameshi-giri, l'Arte di provare la capacità di taglio e l'abilità di chi la usa, il BattoDo denota il combattimento reale. Lo Scopo del metodo è di fornire un significato al SEISHIN TANREM "formazione dello spirito" dell'individuo. Per mezzo della dedizione alla pratica, l'esponente del Battodo migliora se stesso mentalmente e fisicamente. Il KOKORO "mente, spirito, mentalità" deve effondersi su ogni aspetto della pratica.
La Nippon Battodo Renmei ha costituito uno standard di studio e di applicazione delle varie tecniche tradizionali.
L'addestramento si articola in quattro principali indirizzi di pratica.
• Kihon – Studio di base dell’ utilizzo della spada.
• Battodo Seitei Gata – Dieci Forme di combattimento preordinate con avversari immaginari.
• Kumitachigata - forme di combattimento catalogate contro avversari.
•Battodo Tameshigiri Seitei Gata - verifiche di taglio su bersagli di paglia o di bambù delle 10 Forme preordinate.
yamanaka_desiderio.jpg
yamanaka_desiderio_gruppo.jpg
L'obiettivo dell'addestramento sulla tecnica del Batto-do, la sua filosofia e principi è di sviluppare e armonizzare la mente, il corpo e lo spirito. La competenza nell'arte della spada e lo sviluppo spirituale non sono acquisizioni sequenziali, sono piuttosto sviluppi interattivi ed interdipendenti.
Il batto-do richiede un rigoroso addestramento fisico, profonda coordinazione e intensa concentrazione. Una pratica appropriata dovrebbe fornire non soltanto un corpo e una mente solidi, ma anche uno spirito calmo, chiaro e concentrato.
È questo aspetto dell'addestramento che può essere portato a fare parte della vita dell'individuo, ed è questo che lo rende pertinente all'attualità, così come lo era mille anni fa.
Lo studente esegue il proprio addestramento con un Bokuto, una spada di legno. In seguito si addestra con una spada in metallo con lama non affilata (iaito).
Ai livelli avanzati lo studente arriva ad usare la Shinken, la spada con la lama affilata e verifica le capacità` che ha acquisito praticando il taglio sui "tatami omote makiwara" (stuoie inzuppate d'acqua ed arrotolate o altro materiale) ed il taglio del Take, il bambù.

About CSAK

Il Centro Studi Aikido Kendo rappresenta sicuramente una eccellenza tra i dojo della Campania e anche in Italia. L'insegnamento è affidato a maestri qualificati e con esperienze scaturite dai circa quarant'anni di pratica nella arti marziali.

Info

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.