News

Previous Next

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Apprendo, con grande dispiacere, la notizia della morte del Maestro Giovanni Filippini. 

Pensando mi riaffiorano tanti ricordi.. erano gli anni 70 ed in quel periodo il Maestro, allora direttore tecnico della FIKDA, teneva a Salerno diversi stage con una frequenza quasi mensile....
Noi allievi in attesa del suo arrivo, preparavamo il dojo per accoglierlo mentre il nostro maestro Ezio Antonucci andava a prenderlo all'aeroporto di Napoli.
Inutile dire che le sue lezioni erano come una musica per tutti noi, coniugava egregiamente la tecnica con concetti filosofici; allora non era facile trovare maestri capaci di ciò!! 

Mi ricordo che una volta disse una frase che quando la sentii, a me giovane praticante, diede un pò fastidio per il contenuto discriminatorio: «l'aikido è per persone intelligenti». Poi con il tempo capii il vero senso condividendolo appieno. Voleva semplicemente dire che chi è superficiale, poco riflessivo certamente non si dedica alla pratica di una disciplina così profonda e complessa.
Con lui abbiamo iniziato lo studio dei 20 jo suburi, e dei kata del Maestro Saito, e sempre grazie a lui che abbiamo conosociuto il Maestro Hirokazu Kobayashi.
Per tutto questo devo molto al Maestro Filippini.

Memorabile fu lo stage che tenne a Salerno dal 28 aprile al 1 maggio 1979 a cui parteciparono aikidoka provenienti da tutta Italia. 
Il Maestro nel concludere una delle lezioni serali, ci diede appuntamento per le cinque del giorno seguente!!! La palestra in cui eravamo ospitati aveva un piazzale che dava praticamente sul mare, e lì Filippini tenne una lezione di meditazione e respirazione all'aperto. Non ho mai dimenticato quella fantastica esperienza tanto da incorniciare l'attestato di partecipazione e tenerlo, unico tra gli attestati, tra i diplomi che espongo in casa.

La sua tecnica, frutto delle esperienze avute con il Maestro Kobayashi, era fluida ed allo stesso tempo efficace. E così senza che ci accorgessimo ci ha traghettati dall'Aikido che praticavamo in una tecnica nuova dal sapore unico che ha poi contraddistinto  il nostro percorso nell'Aikido del Grande Maestro Hirokazu kobayashi.

Un grazie al Maestro Filippini da parte mia e da tutti gli aikidoka Salernitani

M° Italo Taddeo

 

Previous Next

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Venerdì 29 e sabato 30, a Cava Dei Tirreni si è tenuto uno stage di Kendo organizzato dal Kaizen Kendo Cava - C.I.K. 
Autorevole è stata la direzione tecnica, affidata al M° Norihito Watanabe kyoshi 7° dan con la collaborazione del Maestro Giovanni Fresa 5° dan 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Consiglio Federale, nella riunione del 23 giugno, decide di conferirere al Maestro Giovanni Desiderio la nomina di Componente della Commissione Nazionale Aikido. 

About CSAK

Il Centro Studi Aikido Kendo rappresenta sicuramente una eccellenza tra i dojo della Campania e anche in Italia. L'insegnamento è affidato a maestri qualificati e con esperienze scaturite dai circa quarant'anni di pratica nella arti marziali.

Info

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.